Chi siamo

La Rosita Gioielli d’Amare nasce nel 1985 nelle Marche a Numana località turistica in provincia di Ancona, per iniziativa di Rosita Petrosino, originaria di Torre del Greco e proveniente da una famiglia che affonda radici antiche nella tradizione legata alla produzione orafa, successivamente a partire dal 1991 l’azienda apre una filiale operativa a Torre del Greco, divenuta poi nel 1995 sede legale. Tuttavia, non si è mai realizzato il completo distacco con il luogo d’origine da dove è partita l’iniziativa della Rosita Gioielli d’Amare, che attualmente detiene Sirolo (AN), un’unità locale adibita a show-room,  per mantenere un contatto aperto con un mercato che ha sempre mostrato grande interesse per la produzione realizzata dall’azienda. Poi il rapido incremento dell’attività per l’interesse della clientela mostrato verso i suoi prodotti, l’esigenza di mettersi in regola con la legge 626, rendeva necessario il riposizionamento dell’azienda in un contesto tecnico-produttivo altamente specializzato,come quello del Tarì in grado di fornire servizi specifici per quel tipo di attività produttiva. Ma ben presto anche il reparto produttivo del Tarì si dimostrava insufficiente ad ospitare i nuovi macchinari come le frese cnc a 4 e 5 assi e le macchine di prototipazione rapida. Nel 2010 l’azienda lascia solo lo showroom al Tarì, e trasferisce la produzione nella nuova sede quattro volte più grande della precedente, nell’incantevole sito di Ercolano sul Vesuvio da cui è possibile ammirare a 360° il golfo di Napoli. Il futuro è di casa a un passo dalla casa di Efesto.

Il fantastico abita qui, in questa casa risolutamente artigianale, autenticamente mediterranea, volutamente inclassificabile nello stile, libera da imposizioni trendy, da tic “modaioli”: in Rosita Gioielli d’Amare si ubbidisce agli istinti creativi di Rosita Petrosino e di Sergio Giusti, le due anime dell’azienda che oggi ha sede a Ercolano (sulle pendici del Vesuvio), istinti creativi sui quali i due hanno costruito la loro identità, definita “etnochic”. Il loro made in Campania, il loro fatto a mano con l’ausilio di tecniche avant-garde, i loro gioielli, spesso e volentieri pezzi unici, sono tesori per estro compositivo, sono virtuosismi in oro, brillanti, pietre di colore e poi bakelite, giada, perle giapponesi e australiane, coralli, giaietto: materie care alla gioielleria del periodo art déco, uno stile a cui l’azienda Rosita Gioielli d’Amare rende omaggio molto volentieri nella sua fantasmagorica produzione. This is wonderland, this is the house of the real Mediterranean craftsmanship. Its multifaceted style defies definition, being so free from fleeting fashion trends: at Rosita Gioielli d’Amare they simply follow the creative instinct of Rosita Petrosino and Sergio Giusti, who are the guiding spirits of the company located in Ercolano (on the slopes of Mount Vesuvio). Their imagination and bright ideas have shaped the company's identity, which is now defined as “ethnochic”. Their made-in-Campania craftsmanship relies on the use of cutting-edge
techniques and their jewels quite often represent real one-offs whose amazing design is made of gold, diamonds, colourful stones and also bakelite, jade, Japanese and Australian pearls, as well as coral and jet. All these precious elements were typical of Art Deco, the style Rosita Gioielli d’Amare always pays homage to with its incredible creations.

“Visione contemporanea di must storici”, ma anche “personalità e attualità delle origini”, oppure “ritorno tecnologico al Mediterraneo”. Definire l’arte di Rosita Gioielli D’Amare è un gioco mutevole di prospettive perché, a partire dal corallo e arrivando alle giade e al giaietto, le collezioni del duo Rosita Petrosino e Sergio Giusti percorrono la tradizione a cavallo di un potente, silenzioso scafo: mi illumino di mare. “Contemporary vision of historic musts”, but also “personality and topicality of our origins”, or “technological return to what is Mediterranean”. The definition of Rosita Gioielli D’Amare’s art is a game of changing perspectives because, from coral through jade and jet, the collections of the duo Rosita Petrosino and Sergio Giusti involve making a journey through tradition by a powerful and quiet hull: I light up with the sea.

Due personalità vulcaniche, e non sono per il fatto che il loro laboratorio si trova alle pendici del vulcano Vesuvio, ma sopratutto perché Rosita Petrosino e Sergio Giusti hanno due caratteri esuberanti e perciò spesso in contrapposizione. Un limite? No, un vantaggio quando si tratta di dar sostanza alle loro visioni e trasformarle in gioilleria, come fosse la realizzazione di sogni ad occhi aperti attraverso i must senza tempo del gioiello. Con una predilezione per il periodo dèco, per le sue memorabili eleganze, per i suoi materiali. Rosita e Sergio si confrontano, si scontrano e creano per il piacere di un dettaglio "alto" sia per il tono dell'offerta che per il gusto della scelta. Tra oro e argento, tra pietre naturali fatte tagliare appositamente e corali, giade e perle, giaetto e bakelite, il loro viaggio sospeso tra memorie e attualità con il marchio Rosita Gioielli D'Amare prosegue adesso con il palladio. Anzi, con la Lega Preziosa Palladio che sfrutta le proprietà di questo metallo del gruppo del platino: è leggero e costa meno dell'oro, non si ossida all'aria, technicamente è ben lavorabile. Ma sopratutto, il palladio è gia affermato in America e Asia, entra in prestigiose collezioni, è un metallo che fa tendenza e Rosita Gioielli D'Amare con lui. E per essere certi dell'originalità occorerà controllare: solo se sul gioiello c'è il marchio LPPd è un lavoro di Rosita e Sergio. Rosita Petrosino and Sergio Giusti's personalities are ebullient, and not just for the fact that their laboratory is near the Vesuvio, but especially because they both have an exuberant character and are often in contrast with each other. Some might think this is a limit, but in fact it is an advantage when they have to turn their visions into real jewels, as if they were dreams of timeless classics of jewellery come true. They love the style and materials of Art Deco. Rosita and Sergio compare and discuss their ideas, and they create always keeping an eye on the highest quality of details. They use gold and silver, specially cut natural stones, coral, jade and pearls, jet and Bakelite; now their experience, imbued with past memories and present practice, continues with palladium. Even better, they use the Lega Preziosa Palladio (Palladium Precious Alloy) whitch exploits the properties of this metal belonging to the same group of platinum: it is light and less expensive than gold, it does not oxidize in air, and can be technically well wrought. Moreover, palladium is already widespread in America and Asia, it is used for precious collections and it is very trendy, just like Rosita Gioielli D'Amare. If You want to make sure that your jewel is original, control the LPPd mark on it: this guarantees it's a work of Rosita  and Sergio.